La Storia Della Nuorese Calcio Dal 1930 Ad Oggi

Mercoledi, 28 Giugno 2017
Mingioni Francesco
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Mingioni Francesco

Un Nuorese..la Nuorese” 

-Una carriera calcistica per la Nuorese: giocatore dalla lunghissima militanza nonché capitano, poi allenatore in seconda nell’anno della promozione in serie C2 e successivamente allenatore della prima squadra. Cos’è stata e cos’è per lei la maglia verdeazzurra?

"Sotto il punto di vista personale una importante scuola di vita, e da quello professionale la mia massima espressione."

-Cosa si prova ad essere eletti dai tifosi nella formazione ideale di tutti i tempi?

"Una grande soddisfazione, che premia la mia dedizione e il mio attaccamento nei confronti della squadra verdeazzurra".

-Quale stagione, quali momenti, quali persone ricorda con più affetto nella sua lunghissima carriera?

"Ricordo con particolare piacere la stagione 1967/68 in cui ottenemmo la promozione in serie D, in seguito lo spareggio contro l’Iglesias (rete di Riccardo Loi) guidati dall’allenatore Romolo Marangoni e la successiva promozione in C2, con l’indimenticabile Vanni Sanna e il Presidente Armando Bellodi avvenuta nella stagione 1983/84. Inoltre , non posso dimenticare i Presidenti Devoto e Bonacorsi, il segretario Rag.Bernard e il massaggiatore Sig. Deledda noto”Ziu Pascale Zola”.

-Analizziamo coloro che insieme a lei sono stati scelti dai tifosi nella top11. In panchina, a dettare gli schemi, Renzo Cappellaro. Che ricordo ha di lui come tecnico e come uomo?

"E’ stato un tecnico competente, professionale e come uomo si distinse per la disponibilità e l’attenzione verso di noi".

-I suoi compagni di reparto: Festa, Di Bernardo, Emerson. Che retroguardia sarebbe?

"Equilibrata, con Festa e Mingioni come marcatori, Emerson fluidificante e Di Bernardo libero".

-A centrocampo un quartetto che è un misto di tecnica, intelligenza, classe, corsa e grinta. Che aggettivo affiancherebbe a Chicco Piras, Antonello Stellino, Walter Tolu e Paolo Demarcus? Che aneddoti ricorda di questi calciatori?

"Di Antonello Stellino e Walter Tolu ricordo la serietà e le  capacità e il grande impegno profuso in ogni circostanza, di Paolo Demarcus la notevole forza fisica e Chicco Piras era per me “genio e sregolatezza”.

-In attacco hanno avuto la meglio Zola e Virdis. Cosa ne pensa?

"E’ un risultato un po’ scontato, proprio perché si parla di due grandissimi campioni la cui carriera è andata ben oltre la Nuorese, per questo vorrei citare altri due giocatori: Guida e Frieri".

-Sono rimasti tanti fuori dall’undici ideale, ma i tifosi hanno votato in svariate direzioni non dimenticando comunque nessuno. Qual’è, a suo avviso, il miglior giocatore che abbia mai vestito la maglia della Nuorese?

"Oltre a Zola e Virdis, cito nell’ordine Antonello Stellino, Chicco Piras, Silverio Balzano e Gianfranco Palmisano, come allenatori non dimentico Degortes, Dessì e Persenda".

intervista di Nicola Uras redazione www.nuoresecalcio.com

Nicola Uras redazione www.nuoresecalcio.com

 
Banner

La Nuorese è come una bella donna, più la guardi e più ti innamori!!

Tot. visite contenuti : 12394277
 337 visitatori online
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy cliccando qui!