Home Archivio storico La storia I tifosi Valanga Verdeazzurra

La Storia Della Nuorese Calcio Dal 1930 Ad Oggi

Mercoledi, 28 Giugno 2017
VALANGA VERDEAZZURRA
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Chi frequenta il quadrivio, si sarà chiesto, sopratutto i più giovani, cosa mai sarà quello striscione che ormai staziona fisso da settimane in gradinata.

 

La Valanga verdeazzurra

 

I ricordi volano lontani,quando chi vi scrive era giovincello e fin da tenera età frequentava le sempre affollate tribune del Quadrivio, che, ogni volta, si animavano del popolo verdazzurro per assistere a sfide memorabili, con squadre dal nome altisonante come Perugina o Ternana o con palmares chilometrici.Spesso si ripetevano i derby sanguigni con la Torres, l’Olbia, il Carbonia, il Tempio e persino qualche derby con la grandissima Attilia di Nuoro.

Il Quadrivio era considerato uno degli stadi più caldi della Sardegna ed a ragione, il numero di spettatori era mediamente di 3000 e più persone. All’epoca (fine anni ’60), non esistevano gruppi ultràs che nacquero qualche anno dopo e tra questi la Valanga Verdeazzurra, nata in forma ufficiale a ottobre del 1983. Il sottoscritto si prese il compito di far preparare uno striscione,che come oggi occupava la gradinata,si perché noi come gruppo tifavamo in gradinata a differenza dei giovani ultràs attuali che si fanno valere sulla curva e anche in ogni stadio d’Italia. Con una piccola differenza noi superavamo le 300 unità, alcuni oggi non ci sono più strappati alla vita da destini più o meno crudeli. La Valanga era presente in tutti i campi è spesso veniva accolta con estrema cordialità. Il gruppo visse fino alla fine di quel campionato vinto con la promozione in C2, poi disgraziatamente lo striscione andò distrutto quando in occasione dell’invasione di campo all’ultima giornata contro il Calangianus, qualcuno lo strappò per avere un souvenir.

Da quel giorno varie traversie e cambio dei componenti e di nome. Nacquero i C.u.g. e Inferno Verdazzurro, che videro tra i loro capi ultrà il compianto Nico Porcu (al Quadrivio nella curva vicino agli spogliatoi c’è ancora oggi uno striscione che lo ricorda). Con l’andamento della squadra tra alti e bassi,si arriva ad oggi ed esattamente alla 4° giornata di ritorno (13.02.2005 Tempio-Nuorese 0-1) lì riappare ,grazie al contributo di alcuni amici,lo striscione Valanga Verdeazzurra, che per fortuna oggi è ancora integro. Oggi, il gruppo di amici conta  una dozzina di componenti alcuni già coi cappelli bianchi, segue la partita in tribuna e ora sarà presente anche nelle trasferte con un nuovo striscione, con l’augurio che anche questo sia un campionato trionfale.

 

Giuseppe Ariu

 

 

 
Banner

La Nuorese è come una bella donna, più la guardi e più ti innamori!!

Tot. visite contenuti : 12394153
 288 visitatori online
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy cliccando qui!