La Storia Della Nuorese Calcio Dal 1930 Ad Oggi

Mercoledi, 13 Dicembre 2017

Campionato di Serie D Girone G stagione 2017-2018

CASSINO

-

Prossimo incontro
17-12-2017 ore 14:30

NUORESE

-

PARTITE IN DIRETTA RISULTATI GIORNATA NOTIZIARIO | PAGINA FACEBOOK
CALENDARIO NUORESE CLASSIFICA GENERALE STATISTICHE CAMPIONATO
Campionato
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

2004-2005


GIRONE ANDATA

OTTAVA GIORNATA

GIRONE RITORNO

Si chiude con 41 punti su 45 all’attivo e cinque successi consecutivi dopo il mezzo passo falso con la Tharros.

La vittoria contro il Castelsardo permette alla squadra di conquistare la vetta: il primo posto non sarà più abbandonato

Una marcia continua e inarrestabile con una media di 2,7 punti a partita e lo zero nella casella delle sconfitte

STORIA DI UN CAMPIONATO IRRIPETIBILE DOMINATO CONTRO OGNI PRONOSTICO
La formazione allenata da Virgilio Perra ha ribaltato le previsioni della vigilia
A Tempio non ha pagato la ricca campagna acquisti e il Tavolara è crollato

Primo posto al Tempio, secondo al Tavolara e terzo alla Nuorese. Nei pronostici pre campionato gli addetti ai lavori non avevano dubbi sul terzetto di squadre favorite per la vittoria finale. La poderosa e onerosa campagna acquisti dei fratelli Tusacciu indicava la squadra di Bernardo Mereu come quella da battere, con galluresi e barbaricini validi antagonisti. Che le cose non sarebbero andate come ipotizzato alla vigilia però lo si era intuito dopo appena quattro giornate con i galletti già battuti due volte, proprio da Castelsardo e Nuorese, formazioni alla fine apparse più regolari. Per i ragazzi allenati da Virgilio Perra invertire l’ordine del pronostico iniziale è stato facile. Impressionante la regolarità della marcia per una squadra che in 27 partite ne ha vinto la bellezza di ventitre, pareggiandone quattro e non conoscendo l’onta di alcuna sconfitta. Mai una flessione, mai una crisi. Il peggio, se così si può dire, Ruggeri e compagni l’hanno fatto collezionando due pareggi consecutivi,contro Macomer e Castelsardo. Il tutto fa 76 punti conquistati con 77 reti realizzate e 15 subite. Numeri da capogiro ottenuti da una squadra che pure ha dovuto fare a meno per larghi tratti di uomini importanti, da Troianiello a
Festa, da Cutolo a Cesca.

L'ANDATA. Il torneo della Nuorese 2004-2005 inizia con la limpida vittoria sul terreno del Sant’Elena. Un 2-0 firmato Cesca ed Emerson seguito da uno dei due pareggi interni rimediati in tutta la stagione. Il Taloro il 3 ottobre riesce a uscire indenne dal Quadrivio al termine di una gara nella quale la squadra dell’allora presidente Ignazio Poggiu, spreca l’impossibile. Dopo quel pareggio i verdeazzurri infilano una serie di sette vittorie consecutive. Prima battono fuori casa il Tortoli per 3-2 con doppietta di Cesca e gol di Steri, poi stendono il Tempio al Quadrivio al termine di una gara tiratissima risolta da Folino con una rete al 90’ arrivata dopo la doppia espulsione rimediata dalla squadra di Mereu. Sulle ali di quel risultato i barbaricini vincono sul terreno del La Palma con doppietta di Troianiello, rifilano 5 reti alla Nuova Monreale e sette al Macomer con lo scatenato attaccante napoletano grande protagonista.
All’ottava giornata al Quadrivio arriva il Castelsardo e i barbaricini si impongono per 2-1, riuscendo a segnare il gol del successo con Troianiello dopo aver disputato tutto il secondo tempo in dieci per l’espulsione di Cesca. La vittoria consente alla squadra di Perra di conquistare la vetta in solitaria, posizione mai più abbandonata. Battuto il Castelsardo,allora guidato dall’ex Joris Gasbarra, i verdeazzurri vanno a vincere 6-0 sul terreno del Quartu, gara nella quale segnano due reti a testa Mancosu, Emerson e Troianiello. Sette giorni dopo a Oristano si fanno rimontare il gol iniziale del solito Troianiello,acciuffando contro la Tharros il pareggio grazie a un gol di capitan Cutolo nel finale. Altrettante vittorie nelle ultime 5 partite del girone d’andata,3-0 al Barisardo, 1-0 a San Teodoro pur giocando per gran parte della gara in dieci, 4-0 alla Gialeto,4-1 sul terreno del Selargius e 3-2 al Tavolara con girone d’andata chiuso totalizzando 41 dei 45 punti disponibili.

IL RITORNO. Identico il cammino nel girone di ritorno dove i due pareggi subiti dalla squadra sono quelli ad opera del Macomer al Quadrivio e del Castelsardo in trasferta. Per il resto solo vittorie compresa l’impresa di Tempio dove il gol di Emerson affossa le residue speranze della squadra di Mereu di reinserirsi nelle posizioni che contano. Una cammino entusiasmante quello della squadra di Virgilio Perra. Oltre al record di punti da sottolineare l’attacco mitraglia (77 reti con 2 turni ancora da giocare) dove segnano le punte, Troianiello, Cesca e Mancosu su tutti, ma anche i centrocampisti, Festa, Steri, Ruggeri e i difensori, Emerson e Cutolo. Non è da meno la difesa. La porta di Pier Paolo Garau ha visto entrare appena quindici palloni in 26 gare. Otto i gol subiti nel girone d’andata, appena quattro quelli nel ritorno grazie anche all’innesto novembrino di Gian Luca Festa che ha contribuito non poco a dare solidità di volta in volta al reparto difensivo e a quello di centrocampo. L’arrivo dell’ex cagliaritano non è stata l’unica novità in corso d’opera. Prima si registra l’allontanamento (sarà temporaneo) di Alessandro Cesca giocatore capace nelle prime undici partite di segnare nove reti, poi Il suo acquisto nel novembre scorso aveva fatto sobbalzare i tifosi. l’avvicendamento al vertice societario con Roberto Goveani che diventa presidente e Ignazio Poggiu amministratore generale. L’ultima sorpresa è di poche settimane fa con il rientro di Alessandro Cesca e l’allontanamento di Stefano Ferragine deciso dal presidente Goveani. Un provvedimento disciplinare che doveva servire soprattutto ad evitare alla squadra pericolosi rilassamenti, peraltro mai registratisi. La squadra barbaricina va a chiudere un campionato giocato ad altissimi livelli, uno dei più belli disputati dalla società di via Aosta nei suoi 80 anni di storia. GRAZIANO CANU

I RICORDI DI ZOLAGOVEANI E PERRACAMPIONATOGIOCATORIVECCHIE GLORIELA CITTA' E I TIFOSILA SOCIETA'
 
Banner

La Nuorese è come una bella donna, più la guardi e più ti innamori!!

Tot. visite contenuti : 13998471
 295 visitatori online
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy cliccando qui!