La Storia Della Nuorese Calcio Dal 1930 Ad Oggi

Sabato, 27 Maggio 2017
Girone andata Juniores
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Juniores Nazionale

campionato nazionale Juniorese girone H

IL PUNTO GIRONE DI ANDATA
“Giro di boa “

I ragazzi della Juniores allenati dal mister Antonio Prastaro, sono giunti al giro di boa.
In 13 gare hanno collezionato 18 punti, posizionandosi a centro classifica in settima posizione , punti realizzati in virtù di 4 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte.
In casa nessuna sconfitta, 2 vittorie e 4 pareggi ; in trasferta 3 sconfitte, 2 vittorie e 2 pareggi.
Media gol quasi a pareggio con 22 gol fatti e 21 subiti.
Considerato l’avvio di campionato un po’ stentato,dovuto a diversi fattori: nuovo allenatore, squadra completamente trasformata, nuovo torneo quello nazionale, ben diverso da quello regionale sia come spessore tecnico delle squadre partecipanti e sia per questioni logistiche dovute alle numerose trasferte nel “continente”, a tutto questo si aggiunge l’esilio forzato a Mamoiada per le partite casalinghe per i motivi ben noti (Nuoro, capoluogo di provincia,ha un solo campo sportivo regolamentare ed omologato , ovvero, il Frogheri), tutto sommato, la squadra ha saputo trovare la giusta amalgama e la grinta per farsi rispettare in ogni campo.
Molti di questi giovani ragazzi hanno avuto modo, a ruotazione , di fare esperienza con la prima squadra, alcuni hanno anche avuto l’onore di esordire come Cappai e Bonino in Coppa Italia, altri hanno assaporato il gusto della panchina come Brindonia, Marongiu, Sanna, Palumbo, Filindeu.
Tutto questo fa ben sperare per il futuro, come dire : Buona la prima,ora vediamo di chiudere al meglio….


RESOCONTI GIRONE DI ANDATA

1° GIORNATA DI CAMPIONATO

NUORESE-ARZACHENA 0-0

 

AL FROGHERI VINCE LA PIOGGIA
NUORESE ED ARZACHENA SI ACCONTENTANO DEL PAREGGIO

Nuoro.Sotto una pioggia incessante e alla presenza di poco più di un centinaio di spettatori, la Nuorese ha incontrato, per la prima partita di campionato, sabato pomeriggio alle 15.00 allo stadio Franco Frogheri l’ Arzachena.
Schierando la squadra con il modulo 4-3-3, il primo risultato che i giovani allenati da Antonio Prastaro portano a casa è un pareggio. Risultato che però non riflette la partita, i ragazzi della Nuorese, infatti, meritavano di vincere avendo dominato per i primi settanta minuti, accusando in ultimo un po’ di stanchezza e le avverse condizioni meteorologiche. Nelle fasi iniziali della partita un palo colpito da Cappai illude dell’avvenuto goal gli spettatori presenti. Ma non è l’unica azione che ha fatto sempre ben sperare, infatti la partita si è svolta gran parte nell’area degli avversari, schierati con modulo 4-4-2. Raramente gli avversari hanno impegnato il portiere locale che sempre sicuro è intervenuto quando chiamato in causa. Sicuramente soffrendo le condizioni meteo, i giovani della Nuorese, hanno però disputato una partita soddisfacente, migliore in campo il giovane Brindonia, bene anche Demurtas entrato negli ultimi 20 minuti. In attesa dell’altro promettente giovane Filindeu ,infortunato, la squadra continua l’allenamento in vista della prima trasferta nella penisola dove, speriamo tutti, si farà valere.


Ecco la formazione scesa in campo

Nuorese: Bove, Marongiu Mario, Marongiu Luca, Sanna Fabio, Serri, Brindonia, Palumbo, Cocco(Demurtas), Cappai(Viola), Muscau, Sannia(Curreli)
In panchina: Melis, Ruggiu, Fadda Allenatore: Prastaro


2° GIORNATA DI CAMPIONATO

OSTIA MARE-NUORESE 1-0

NUORESE SFORTUNATA
SCONFITTA IN TRASFERTA A CAUSA DI UN INFORTUNIO DIFENSIVO.

Ostia. Primo passo falso esterno della stagione per la Nuorese juniores, che priva dell’infortunato Filindeu reduce da un lieve incidente stradale, non riesce a fare risultato sul campo dell’Ostiamare. La compagine di casa pur ridotta in dieci per un’espulsione quanto mai dubbia, moltiplicando le forze come spesso accade nel calcio, riesce a centrare la porta difesa da un incolpevole Bove sull’unico svarione difensivo del reparto arretrato verdazzurro. Per il resto un dominio sterile da parte della formazione allenata da Prastaro che le provava tutte per riuscire a penetrare la difesa avversaria inserendo dapprima Mariane per Cocco al 30° del primo tempo, all’inizio del secondo Demurtas per Sannia e Fadda ancora per Mariane. Tanta pressione però portava a numerose azioni da gol non trasformate. A parziale scusante dei giovani barbaricini solo la stanchezza per la scarsa abitudine a trasferte così lunghe.
La cronaca: parte bene la Nuorese che già al 10° si fa pericolosa con un colpo di testa di Palumbo che il portiere neutralizza in angolo con una parata magistrale. Al 13° e Brindonia che su angolo battuto sul secondo palo da Muscau non riesce a spingere la palla in rete da pochi passi. Al 25° la decisione arbitrale che condiziona tutta la partita espulsione di un difensore Ostiense per un tentativo, peraltro fallito di fallo da dietro. Da quel momento laziali che badano solo a difendere affidandosi a lanci lunghi e nuoresi non in grado di scardinare la difesa avversaria, ma sono i padroni di casa ad andare in vantaggio dopo qualche minuto di pressione culminato in una traversa al 28° e nel gol al 30° su un traversone dalla sinistra scivolano due difensori ospiti così che l’attaccante viola può tirare in porta indisturbato . Da segnalare ancora un’azione al 30° st in area di Fadda lanciato dal fantasista tascabile Demurtas che finisce sul fondo e l’espulsione del portiere Bove al 90° per un presunto fallo di reazione.

Nuorese: Bove, Marongiu M., Marongiu L., Sanna, Serri, Brindonia, Palunbo, Cocco (30° Mariane, 30° st Fadda), Cappai, Muscau, Sannita (1° st Demurtas). A disposizione:Melis, Viola, Ruggiu, Boninu.
All.Prastaro


3° GIORNATA DI CAMPIONATO

MONTEROTONDO-NUORESE 6-2

Nuorese: Melis, Marongiu M., Sanna Fabrizio, Sanna Fabio, Serri, Brindonia, Cocco, Marongiu L., Palumbo, Muscau, Cappai. A disp. Ruggiu, Viola, Curreli, Demurtas, Boninu, Fadda, Sannia. All. Prastaro Antonio

marcatori nuorese: Bonino (2 gol)


4° GIORNATA DI CAMPIONATO

NUORESE-ASTREA 2-2

IL VENTO NON GIRA
LA JUNIORES NON RIESCE AD INVERTIRE LA MARCIA

Nuoro. La Nuorese si ripresenta al Frogheri una settimana dopo il rocambolesco e tennistico risultato di 6 a 2 patito sul campo del Monterotondo.Davanti ad una cornice di un centinaio di tifosi,la squadra Juniores è scesa in campo motivata e col proposito di incamerare un risultato positivo per cancellare l'umiliazione della settimana precedente.Ma,l'imprevisto è sempre alle porte, purtroppo. Quest'oggi,il vero protagonista in campo è stato l'arbitro, autore di una prestazione ai limiti del grottesco.
Chi leggerà la cronaca successiva potrebbe restare ingannato dal numero di ammonizioni e dalle espulsioni e magari pensare ad un campo di battaglia ,ma, tutto questo non è stato,la partita è stata correttissima a tratti addirittura noiosa per quanto calma.

Cronaca

Va ricordato che,la Nuorese, è scesa in campo priva del portiere titolare Bove (3 giornate di squalifica ancora una da scontare) e di Brindonia(una giornata di squalifica),esordio tra i pali del rientrante Mureddu (già titolare della Juniores lo scorso campionato).
I verdeazzurri partono subito di slancio e vanno vicini al gol già al 1° minuto con un colpo di testa di Boninu su cross invitante di Serri. Spingono ancora sino al 16°,quando Cappai insacca su calcio d'angolo battuto da Demurtas. La partita si combatte a centrocampo sino al 30° quando su preciso assist di Serri,Cappai si invola nell'area avversaria ma spreca incredibilmente al momento della conclusione.Al 31° prima sostituzione per l'Astrea,esce Varasi ed entra Logozzo. Sostituzione azzeccata,visto che al 40° lo stesso sigla il gol del pareggio. Il primo tempo si chiude però con le ultime sfuriate della Nuorese che non ci stà e sempre con Cappai trova il palo esterno al 43° su assist di Bonino.
Nel secondo tempo i barbaricini rientrano in campo con una sostituzione: Curreli per Cocco e subito si va all'attacco. Al 1° tiro da fuori area di Muscau che si spegne al lato,al 3° incornata di Cappai su cross di Bonino. E quì inizia lo show dell'arbitro che inizia la sua girandola di ammonizioni ed espulsioni che condizioneranno l'andamento della partita. Al 6° viene ammonito Bonino per presunto fallo di reazione,al 10° viene ammonito Logozzo dell'Astrea.
L'Astrea si spinge in attacco con una bella azione finalizzata da Lacolella, ma Mureddu para in due tempi.
Al 13° viene ammonito Luca Marongiu per un fallo.
A questo punto la Nuorese si porta in avanti alla ricerca della tanto attesa vittoria,ma, i ragazzi ,forse un pò troppo nervosi ,si esibiscono in un quasi totale tiro alle stelle. Dapprima con Bonino e a seguire al 16° con Cappai.
Al 17° l'episodio del rigore: Bonino viene atterrato in area da Ruggeri e l'arbitro decreta la massima punizione,battuta da Demurtas. Risultato che riporta la Nuorese sul 2-1. Non c'è neanche il tempo di esultare che l'arbitro espelle inspiegabilmente Cappai (per aver fatto segno di star zitto al portiere?).
Ormai preso da smania di protagonismo eccessivo, nel capovolgimento di fronte ,si ripete,punizione dal limite a favore dell'Astrea , doppia ammonizione in pochi secondi nei confronti di Curreli. Ed è rosso!
La prima per non aver rispettato la distanza,la seconda per una entrata successiva sull'avversario. Da qui nasce una seconda punizione. E' il 21°,batte Ruggeri e l'Astrea pareggia.
La partita si conclude con gli ultimi tentativi d'attacco sia della Nuorese che della Astrea ,da segnalare alcuni tiri di Muscau ed una parata di Mureddu su tiro di D'Agnelli.Girandola di sostituzioni finali. Per la Nuorese esce Sanna ed entra Ruggiu, per l'Astrea entra Venturini ed esce Logozzo. E' finita? No, c'è ancora tempo per le ultime ammonizioni e perchè no un espulsione. Al 42° viene ammonito Perelli e al 44° viene espulso Lacolella dell'Astrea.

Cosa dire di questa Nuorese: dopo 4 partite soli due punti,9 gol subiti e 3 soli fatti,frutto di due pareggi e due sconfitte. Ogni settimana con una formazione diversa,regina del torneo per il numero di espulsioni,alla ricerca di una continuità di gioco ancora inesistente,inutile girarsi intorno e maledire sempre la sfortuna,è palese:c'è tanto da lavorare.

Nuorese: Mureddu, Marongiu, Sanna, Marongiu L, Serri, Murru, Cocco, Muscau, Cappai, Demurtas, Boninu. A disp. Melis, Viola, Curreli, Ruggiu, Sannia, Fadda, Palumbo.
Astrea: Antecri, Sapgnolo, Costantini, Pietrobono, Perelli, Varasi, Iacotella, Kettner, Scott, Ruggeri, Ciampa. A disp. Volpe, Logozzo, Venturini, D'agnelli,Cacciatori.

Arbitro: Pittalis di Tresnuraghes
reti: 16° Cappai,40° Logozzo,17° st.Demurtas (rig),21° st. Ruggeri
ammoniti: Bonino e Luca Marongiu per la Nuorese ,Logozzo e Perelli per l'Astrea
espulsi: Cappai e Curreli per la Nuorese e Lacolella per l'Astrea
Note: giornata di sole,spettatori circa 100,calci d'angolo 9-5 per la Nuorese


5° GIORNATA DI CAMPIONATO

TIVOLI-NUORESE 3-4
Nuorese Corsara a Tivoli
prima vittoria della compagine barbaricina


Finalmente dopo due pareggi e due sconfitte arriva la prima vittoria anche per la Juniores nazionale; ed arriva nella maniera più bella e più sofferta, non poteva essere altrimenti, in trasferta contro una squadra ostica, fisicamente prestante, abituata a calcare i palcoscenici dei campionati nazionali.
Dicevamo della sofferenza appunto, data da un calo di tensione da parte della formazione guidata da Prastaro nel primo quarto d'ora del secondo tempo costata alla Nuorese tre gol, la quale dopo un primo tempo magistrale ed essere passata meritatamente in vantaggio tornava dagli spogliatoi mostrandosi così come aveva fatto nelle uscite precedenti: deconcentrata, inesperta, con la paura di vincere quando era in vantaggio e la paura di perdere trovandosi sotto di due reti.
Sono serviti per uscire da questa situazione tutta la calma data dall'esperienza di un giocatore di qualità come Demarchi, che si è rivelato di categoria superiore, la concentrazione di Luca Marongiu che a centrocampo ha toccato un'infinità di palloni sbagliando raramente, le giocate di prestigio dell'ogliastrino tascabile Demurtas il quale ancora una volta delizia la platea con tocchi raffinati ma efficaci e mai fini a se stessi, l'opportunismo di Boninu.
Nuorese schierata con un'inedito 4-5-1 ed una formazione a sorpresa con Morra, all'esordio, schierato fin dal primo minuto sulla destra che partiva dalla linea dei centrocampisti lungo l'out per andare ad inserirsi e dare manforte all'unica punta Boninu sorprendendo così gli avversari; da questo movimento è nato il gol del vantaggio barbaricino che porta, appunto, la firma del giovane nuorese. Sul versante opposto erano la coppia De Marchi-Demurtas a deliziare la platea con giocate di fino, triangolazioni e dribbling d'alta scuola.
Ma veniamo alla cronaca: dopo una decina di minuti di studio è la nuorese a prendere in mano le redini del centrocampo ed è al 25° che sul primo vero e proprio affondo sulla sinistra di De Marchi dopo una triangolazione con Demurtas, si involava all'interno dell'area tagliando la stessa con cross che raggiungeva Morra lasciato tutto solo dalla difesa avversaria che insaccava facilmente. Al 37° minuto era la compagine laziale a farsi viva con tiro dalla distanza neutralizzato con un volo plastico da Mureddu. Il primo tempo si chiude sul punteggio di 1 a 0.
Neanche il tempo di prendere posto in panchina che al secondo giro di lancette dopo un parapiglia in area sarda e tre respinte della difesa ospite, il Tivoli perviene al pareggio con il forte centravanti locale; non mancano le proteste della Nuorese che lamenta una carica al portiere.
Passano altri tre minuti e, siamo al 5°, che gli aquilotti arrivano addirittura in vantaggio grazie ad un tiro dalla lunga distanza che sorprende l'estremo difensore verdeazzurro e si insacca alla destra dello stesso. Sfuriata iniziale che porta i padroni di casa al commando della partita.
Ma è infatti, il quarto d'ora terribile della Nuorese che incassa anche il doppio svantaggio al 14° sugli sviluppi di una punizione, tiro scoccato all'interno dell'area di rigore, palla che si stampa sulla traversa batte sulla linea di porta ma l'arbitro convalida il gol, 3a 1. A quel punto Prastaro corre ai ripari inserendo l'esperienza di Muscau per Congiu e Viola per l'esausto Morra. Queste due mosse rimettono il centrocampo in mano ai giovani barbaricini, i quali dopo un gol annullato per fuorigioco inesistente di Boninu su assist di Demarchi, accorciano le distanze con uno splendido tiro al volo di Demurtas su assist di Luca Marongiu al 32°; la rimonta viene completata su un'azione partita in sospetto fuorigioco da Boninu al 38° presentatosi solo davanti al portiere. A quel punto i padroni di casa perdono la tramontana tanto che dalla panchina vengono espulsi in contemporanea l'allenatore ed un giocatore, ne approfitta De Marchi che in azione solitaria sigla il gol che sancisce il definitivo 4 a 3 e la prima vittoria della Juniores nel corrente campionato.

Tivoli: Caputo, Solini, Bozzi, Dominigi, Ragazzoni, Bresciuti(1 st Flamini), Tontini, Marchionni, Alvernini, Pollonara, Fasanelli.
Nuorese: Mureddu, Brindonia, Murru, Luca Marongiu, Serri, Cocco, Morra, Congiu(10 st. Muscau), Boninu, Demurtas, De Marchi(40 st Sanna)

Reti: 20° Morra, 3° Dominigi, 5° Bresciuti, 15° Flamini, 30° Demurtas, 32° Boninu, 37° DeMarchi. Tutti i gol sono stati realizzati nel secondo tempo


MR PRASTARO: "ORA DOBBIAMO CONTINUARE COSI'"

Prima vittoria stagionale e prima gara conclusa senza subire espulsioni. Ecco le due notizie positive per l'allenatore della Nuorese Juniones Prastaro."Finalmente siamo stati meno nervosi - dice a mente fredda - ma la squadra è giovane e deve ancora abituarsi ai campi caldi". Una vittoria importante per il morale dopo un avvio difficile."Questa vittoria è importante. Ora dobbiamo cercare la continuità: l'obbiettivo è quello di far crescere e fare esperienza ai ragazzi da inserire nella prima squadra. Sotto questo punto di vista dobbiamo ancora lavorare tanto". Sopratutto nelle ultime due partite la sua squadra ha dimostrato di non sapere gestire il vantaggio."nel primo tempo abbiamo sprecato tante occasioni per chiudere l'incontro,ma siamo stati bravi a reagire. Sotto di due reti abbiamo ribaltato il risultato contro una squadra solida ed attrezzata. C'è da lavorare dal punto di vista caratteriale,ma sono contento della prova offerta dai miei ragazzi: hanno dimostrato di avere carattere,uscendo da una situazione difficile".
Fabio Ledda da L'Unione Sarda


6°GIORNATA DI CAMPIONATO

Nuorese-Atletico Cagliari 1-1
" AL FROGHERI VINCE LA NOIA,
MENTRE LE DUE SQUADRE PAREGGIANO"

NUORESE:BOVE(46'MUREDDU),BRINDONIA,MURRU,MUSCAU,(52'CONGIU), SERRI, COCCO, VIOLA(49'SANNIA),MARONGIU LUCA, BONINU, DEMURTAS, DEMARCHI.A DISP.MARONGIU MARIO,CURRELI,CONGIU,FADDA ALL.PRASTARO
ATLETICO CAGLIARI:LECCA,SANNA,SERRA,PISU,MATTA,CARDIA,SECCI,ANGIONI,CONI(28' PUSCEDDU), PAITA(28' CONTU), PERDISCI. A DISP.PODDA, MICELI, CARCASSONE, ZUCCA.ALL.CONTU
ARBITRO: ZOU DI OZIERI
NOTE: CONDIZIONI DEL TERRENO OTTIME,SERATA SOLEGGIATA. AMMONITI:BONINU DELLA NUORESE, PAITA DELL'ATLETICO CAGLIARI

Nuoro. Doveva confermare il risultato positivo della domenica precedente,e cosi è stato,seppur con un modesto pareggio, maturato dopo 90 minuti dove ha prevalso più che altro la noia.
La Nuorese parte bene e nel primo tempo per buona mezzora tiene la partita ed il pallino del gioco,evidenziando alcune individualità in Boninu e Demurtas, mentre sulla fascia si è fatto notare svariate volte Cocco con sgroppate e cross invitanti a beneficio delle punte, che però sono apparse il più delle volte precipitose nel tocco decisivo. Numerose sono state le conclusioni alte al di sopra dei legni della traversa. Tant'è che alla prima discesa gli avversari vanno in gol con Secci che si invola sulla fascia scaricando un tiro preciso che si insacca all'angolino della porta difesa dall'incolpevole Bove. Nel secondo tempo la Nuorese rientra in campo con un pò di determinazione in più ,portandosi subito in attacco .
De Marchi viene atterrato in area e il sig.Zou decreta la massima punizione. Dagli 11 metri va a battere Demurtas che realizza il gol del definitivo pareggio. Qualche altro minuto di gioco,dove si vedono poche azioni degne di nota: una punizione di Demurtas che sorvola la traversa e un tiro a fil di palo di De Marchi per la Nuorese, mentre per l'Atletico un colpo di testa di Perdisci che sfiora il gol.
Girandola finale di sostituzioni e molte interruzioni per crampi e falli da ambedue le parti.
Sostanzialmente il risultato è giusto, partita molto equilibrata, dove però sono emerse le solite lacune, troppo precipitosi e imprecisi in fase conclusiva e condizione atletica ancora da migliorare.


7°GIORNATA DI CAMPIONATO

SPES MENTANA-NUORESE 3-3

Nuorese: Bove, Brindonia (30’ Muscau), Murru, Congiu, Serri (25’ M. Marongiu), Cocco, Morra, L. Marongiu, Boninu (65’ Filindeu), Demurtas, De Marchi.
Spes Mentana: Ottavini, Tomasetti (68’ Dionisi), Mileli (55’ Londi), Maggi, Bonafede, Montanari, Alessandro, Catelli, Eusepi, Urbani, (85’ Della Valle) Valzone.
Reti: 25’ Morra, 36’ Urbani, 40’ e 94’ Eusepi, 11’ e 63’ De Marchi


8° GIORNATA DI CAMPIONATO

NUORESE-ALGHERO 3-1

La Nuorese sfata il tabù della vittoria casalinga.

Nuoro. Finalmente vince (3 a 1) e convince la Nuorese under 18, nel derby con l'Algero valido per la settima giornata del campionato nazionale.
Trascinata da un vivacissimo Demurtas, autore di una doppietta e di un assist, la squadra verdeazzurra inanella il suo quinto risultato utile consecutivo (tre pareggi e due vittorie) e sfata il tabù del Franco Forgheri, che non l'aveva ancora vista vincere in casa. Una prestazone finalmente positiva in tutti i reparti e sotto tutti i punti di vista, che fà morale e rilancia i ragazzi allenati da Prastaro: dopo un avvio non esaltante sia sotto il punto di vista di risultati che di gioco, sabato scorso hanno confermato la crescita già intravista nelle giornate precedenti, sopratutto nell'ultima trasferta contro lo Spes Mentana. La gara con l'Alghero ha fornito segnali importanti, con le solite croci in difesa e le delizie in fase di attacco. E' stata una vittoria importante ottenuta con sprazzi di buon gioco, sopratutto sulle fasce e grazie ad alcune prestazioni di singoli finalmente all'altezza di un campionato giovanile nazionale. Sugli scudi Demurtas che però ha macchiato la sua prova con un espulsione evitabilissima: già ammonito, sul goal del tre a uno ha esultato togliendosi la maglia e ha rimediato il secondo giallo. Buona anche la prestazione di Sannia, che entrato nella ripresa, ha fatto cose egregie. Determinanti sono state poi le parate del portierino Bove. La cronaca: la Nuorese inizia bene la gara costruendo due palle importanti in avvio, poi va sotto con una distrazione da calcio piazzato. La reazione arriva nella ripresa: prima ci pensa Demurtas su punizione a riequilibrare il punteggio poi Filindeu si procura il rigore. Demurtas si fa respingere il tiro, sulla palla si avventa Boninu, Idda compie un altro miracolo, ma la sua deviazione finisce sui piedi di Demurtas che questa volta non fa sconti. Ed è ancora il numero dieci Nuorese, nel momento di maggior sofferenza per la sua squadra dopo un numero da applausi sulla fascia sinistra a fare trenta metri palla al piede e servire su un piatto d'argento a Viola la palla della sicurezza. (Fabio Ledda)

Nuorese: Bove,Brindonia, Murru ,Muscau M., Marongiu ,Cocco L., Marongiu(34'st Viola), Filindeu (17' Sannia), Demurtas, Bonino (40' Serri).
Alghero: Idda ,Roma G., Puledda (42' Profili), Brolla ,Sanna ,Corveddu, Gaias, Angioi, Martinez A., Puledda, Mereu.
Reti: 30' Puledda, 4' st e 15' st Demurtas 42' st Viola.

Prastaro " siamo sulla strada giusta"

E' finalmente sorridente il tecnico Prastaro. Per due motivi: si è finalmente tolto il peso della vittoria casalinga, arrivata nel derby con l'Alghero, e ha inanellato il quinto risultato utile consecutivo. "Niente da dire, finalmente abbiamo sfatato il tabù del Frogheri grazie ad una prestazione di qualità e quantità. Sapevo che la squadra stava crescendo e oggi lo ha dimostrato" Nel primo tempo, dopo un buon avvio, la solita distrazione difensiva ha rischiato di compromettere la gara ma la reazione è stata da grande squadra. "Nella ripresa abbiamo cercato maggiormente la profondità con le punte e li abbiamo messi in difficoltà pian piano stiamo acquisendo maggiore equilibrio in campo e si vede anche nelle prestazioni". Merito dei ragazzi e del Mister. Dopo le critiche delle settimane scorse, sabato ha dato la svolta alla gara spostando (a inizio ripresa) Demurtas dalla fascia al centro, tra le linee del centro campo e della difesa catalana. E' stata l'intuizione giusta che ha permesso alla Nuorese di conquistare la sua prima vittoria interna. (f.l.)


9° GIORNATA DI CAMPIONATO
 
DECIDE UNA DOPPIETTA DI CURRELI
I RAGAZZI DELLA NUORESE VINCONO E CONVINCONO


ALBALONGA-NUORESE 1-2

ALBALONGA:DEL GOBBO,GALEOTTI(12'ST. VELASQUAZ),MAZZEO(15' ANTUNELLI), GIACHETTA, SINOPOLI, FRACASSA, ANTONIMI, TRAQUINI, CASTRISTA, CIARALDI(24' ST.PIERONI).
NUORESE:BOVE,BRINDONIA,VIOLA,CONGIU(10' ST.RUGGIU), M.MARONGIU, COCCO, MUSCAU, L.MARONGIU, FADDA(5' ST. GANGA),MORRA(24' ST.CURRELI).
RETI: 25' ST.TARQUINI,27' E 35' ST.CURRELI

Continuano a volare gli Juniores della Nuorese,non ancora all'altezza della squadra spettacolare in testa al torneo di serie D ma comunque sulla buona strada. Domenica scorsa,nella trasferta sull'ostico campo dell'Albalonga,il gruppo del tecnico Prastaro, orfano di elementi importanti per squalifiche o infortuni (come Boninu, Demurtas e Mereu),ha vinto per due a uno,avvicinandosi alle zone nobili della classifica del campionato juniores nazionale. E' la prima volta in questa stagione che i giovani barbaricini riescono a dare un pò di continuità al risultato con due vittorie consecutive( e sesto risultato utile).La vittoria di Albalonga fa il paio con quella conquistata una settimana fa a Nuoro contro l'Alghero: sei punti in una settimana,frutto del buon gioco espresso.Vittorie che cancellano definitivamente i dubbi e le perplessità che avevano accompagnato questo gruppo nel difficile inizio di torneo.Ora invece,con pazienza e abnegazione,la squadra sta girando grazie al gioco e al carattere: anche domenica la Nuorese è andata sotto ma ha avuto una grande reazione,complici le sostituzioni che (ancora una volta) hanno dato ragione a mister Prastaro.
Trovatosi in svantaggio al 25' della ripresa,dopo avre sfiorato il gol in più circostanze,il tecnico ha deciso di buttare nella mischia Curreli,e la giovane punta in undici minuti ha ribaltato il risultato grazie anche a un assist dell'esordiente Ganga.Poi la seconda vittoria in una settimana poteva diventare anche più rotonda se Sannia e Ganga non avessero sprecato facili occasioni.Ora per la Nuorese arrivano due impegni importantissimi:sabato il derby in casa contro il Calangianus,penultimo in classifica,e poi la difficile trasferta sul campo della capolista Guidonia.Due partite-verità,che diranno quale ruolo può realmente recitare la squadra verdeazzurra in questa sua prima stagione nel campionato nazionale juniores.

Fabio Ledda da L'Unione Sarda

MISTER PRASTARO:"SONO FELICE PER I RAGAZZI"

E' radioso il mister Prastaro dopo che la sua formazione,largamente rimaneggiata,è riuscita a vincere ad Albalonga:"Stiamo crescendo tutti sia dal punto di vista tattico che come gruppo.E' logico che la squadra cominci a girare".Ora c'è il Calangianus e poi la difficile trasferta sul campo del Guidonia."Ce la giocheremo con tutti cercando sempre la vittoria:questo è un gruppo che può togliersi delle soddisfazioni". Una vittoria importante,la seconda consecutiva dopo quella con l'Alghero" E' importantissima perchè l'abbiamo ottenuta con ben sei elementi della formazione titolare inutilizzabili per squalifica o infortunio. Questo vuol dire che chiunque venga chiamato in causa da sempre un fondamentale contributo e si fa trovare pronto nel momento del bisogno". Usa frasi di circostanza il tecnico verdeazzurro quando gli si fa notare che ora funzionano anche i suoi cambi:domenica la scelta di far entrare Curreli è stata decisiva:"Ha fatto bene e si è fatto trovare pronto, ma è tutta la squadra che lo ha messo in condizione di far gol".
F.L.

LE PAGELLE
Curreli esulta da mundial ed espugna anche Albano

Bove 7: Attento e concentrato nelle due occasioni in cui viene chiamato in causa, da sicurezza alla squadra;
Brindonia 7: guida la difesa con esperienza nonostante la giovane età, sta meritando le chiamate in prima squadra
Viola 6.5: fatica ad entrare in gara ma preso il passo spinge parecchio sulla fascia; un diesel
Congiu 6: perde qualche pallone, importante in fase difensiva un po’ lento in fase propositiva
Marongiu Mario 6.5: non fa rimpiangere le assenze ed è difficile passare dalle sue parti
Cocco 7.5: nel secondo tempo gli viene data licenza di attaccare e non si fa pregare, sulla sinistra spinge tanto e confeziona l’assist del primo gol; pendolino
Morra 6: non incide come altre volte ma la sua prestazione è sufficiente
Marongiu Luca 7: è lui a dettare i tempi del centrocampo aggressivo in fase difensiva preciso nel rilanciare l’azione, ha un passo in più
Fadda 6: si fa notare in due occasioni quando subisce una testata e quando esce, ha sui piedi la palla del vantaggio e la spreca; all’esordio quindi da incoraggiare
Muscau 6.5: da esperienza alla squadra neanche in svantaggio si fa prendere dalla frenesia
Sannia 6: inizia al centro dell’attacco ma da il meglio quando torna indietro a manovrare: grinta da vendere
Ruggiu 6.5: all’esordio anch’egli entra in un momento cruciale e mostra subito i muscoli agli avversari, Prastaro può contare anche su di lui
Ganga 7.5: ha talento e si vede, tiene palla e si avventa su tutti i palloni vaganti, salta l’uomo e mette sulla testa di Curreli il cross del definitivo vantaggio
Curreli 8 : fa la terza punta e nel finale concitato c’è il terreno dove si sa esprimere al massimo; sfodera un tiro al volo che avrebbe infilato portieri ben più quotati; il colpo di testa del secondo gol barbaricino è un mix di rabbia e bravura; Belvì sogna.

10° GIORNATA DI CAMPIONATO

DOPO LA QUARTA VITTORIA CONSECUTIVA
I RAGAZZI DELLA NUORESE ORA SOGNANO LA VETTA

NUORESE-CALANGIANUS 1-0

NUORESE:BOVE, BRINDONIA, BUSIA, SANNIA, M.MARONGIU, COCCO, DETTORI, L.MARONGIU,
FILINDEU(1' ST CURRELI), DEMURTAS, BONINU(5' ST GANGA)
CALANGIANUS:PAVANI, CORONA, FABBRI, ROMANO, CANNONI, CAREDDU, TAMPONI, CUGINI, BELLU,
IMPERIO,ZEDDE.
ARBITRO: P.DEPLANO
RETE:34 ST. CURRELI

MAMOIADA. Continua la serie positiva della Nuorese Under 18 che, in esilio sul campo comunale di Mamoiada, batte di misura(gol di Curreli a 10' dalla fine)i cugini del Calangianus e porta a quattro le vittorie consecutive.
Un filotto,quello di Demurtas e compagni, iniziato l'8 ottobre a seguito del pareggio con l'Astrea: da quel giorno, su sette partite,i baby verdeazzurri hanno vinto cinque volte e pareggiando le restanti due,conquistando 17 dei 21 punti a disposizione.
Una serie positiva che ha portato gli juniores a risalire le zone alte della classifica, fino ai margini della lotta in vetta. Per la verità la gara di sabato scorso non è stata certo esaltante sul piano del gioco, forse a causa della prima vera giornata invernale.
Contro il Calangianus si è vista una Nuorese dai due volti: primo tempo a favore dei verdeazzurri di casa che, pur senza giocare benissimo, hanno fatto registrare una supremazia territoriale e creato due limpide palle-gol con Filindeu, prima di dover ricorrere ad uno strepitoso intervento di Bove al 35' su tiro di Imperio. Nella ripresa la Nuorese ha iniziato male, perdendo il controllo del centrocampo e concedendo troppi metri agli avversari. La squadra verdeazzurra è stata tenuta a galla dal suo portiere Bove che,ancora una volta, ha dato prova di freddezza e reattività tra i pali. La prima volta al 5', quando si è trovato a tu per tu con Bellu ed è rimasto in piedi sino all'ultimo senza abboccare alle finte dell'avversario, riuscendo con un colpo di reni a mandare in angolo la conclusione a botta sicura dell'avversario. Il miracolo della serracinesca nuorese ha galvanizzato e ridato fiato alla Nuorese che, senza risparmiarsi,ha ripreso in mano il pallino del gioco:alla fine è passata in vantaggio con Curreli sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il baby bomber, dopo la doppietta di Albalonga, ha messo ancora una volta la firma sulla vittoria barbaricina partendo sempre dalla panchina. Nuorese spietata, che ha preso gusto a vincere e ora è attesa dal big-match in trasferta sul campo della capoclassifica Guidonia.
Fabio Ledda da L'Unione Sarda

LE PAGELLE
Curreli come Massaro e la Nuorese torna dall’esilio vincitrice

Bove 7.5: Più passano le giornate si dimostra all’altezza di campionati superiori: una serracinesca
Brindonia 6: Gli attaccanti avversari sfondano due volte centralmente, per sua fortuna alle sue spalle c’è un gran portiere
Busia 6.5: Il ragazzino dell’89 è appena arrivato ma già si rende utile alla causa
Sannia 6.5: Si adatta in un ruolo non suo(?) e ci mette grinta e dedizione
Marongiu Mario 6: Come per Brindonia; sta acquisendo il ruolo e dopo due svarioni si riprende meritando la sufficienza
Cocco 6: stavolta il pendolino rimane in stazione, svolge il compitino e si accontenta
Dettori 5: Ha i numeri ma non li mette a disposizione della squadra, si intestardisce in estenuanti dribbling fino a perdere la palla: Dogana
Marongiu Luca 6: L’unico centrocampista di ruolo si danna l’anima ma non sempre è preciso
Filindeu 5.5: al rientro dopo una sequela di infortuni, non è ancora al meglio
Demurtas 6: Siamo abituati a ben altre prestazioni, soffre il freddo e il turno di stop forzato
Boninu sv: Si infortuna dopo poco
Morra sv: Entra non incide esce: una meteora
Ganga 7: Prastaro lo butta in campo per cercare di tenere palla visto che gli altri non lo fanno, con diligenza da grattacapi alla difesa avversaria e sfiora anche il gol: una promessa
Curreli 8.5: Evidentemente la prestazione ad Albano non era casuale, si ripete; entra a metà del secondo tempo e si fa trovare pronto all’appuntamento con il gol. Quando le difese sono chiuse arriva lui ed i piani avversari vengono scombinati: un uragano

Prastaro 6.5: Il freddo del cuore della Barbagia non gli congela le idee. I cambi del tecnico cagliaritano danno, nuovamente, la svolta alla partita


L'ESILIO
GARE INTERNE A MAMOIADA PER TUTTO L'ANNO

Costretti all'esilio a Mamoiada:i baby verdeazzurri nuoresi giocheranno tutte le prossime gare interne del campionato Uner 18 nazionale lontano dal Franco Frogheri, sul terreno di gioco del "Chiccu Galante" di Mamoiada.
Una decisone sofferta ma inevitabile, per non sottoporre il prato nuorese a stress invernali che potrebbero rovinare uno dei fondi sino a qualche anno fa tra i migliori d'Italia.
L'alternativa per la squadra di Prastaro sarebbe stato trovare ospitalità in un campo cittadino.
Ma a Nuoro, città di 40000 abitanti e capoluogo di provincia, oltre il campo di Viale Sardegna non esiste un altro terreno di gioco omologabile per la categoria che richiede le misure minime di 100 metri di lunghezza per 60 di larghezza.
La Solitudine(100 x 54) è più stretto si 6 metri. Sa e Sulis è praticamente un campo di calcetto, il Csen è un impianto privato.
E gli altri impianti cittadini Farcana e Città Giardino non hanno i requisiti.
Insomma Nuoro scopre che oltre alle palestre mancano anche i campi. Anzi ci sono, l'importante è non avere ambizioni e rimanere nei campionati dilettanti.
(F.l.)

11° GIORNATA DI CAMPIONATO

GUIDONIA-NUORESE 1-1

Guidonia: Maltoni, Romoli, Berardi, Ianniciello, Marini, Cerovatta, Di Somma (64’ Pierolga), Bernardini, Pancrazi, Cipolline, Petrangeli.
Nuorese: Bove, Brindonia, L. Marongiu, Congiu (53’ Capelli), M. Marongiu (dal 6’ Masala), Cocco, Curreli, Sannia, Filindeu (75’ Morra), Demurtas, Dettori.
Reti: 20’ Pancrazi, 55’ Curreli.

RECUPERO 12° GIORNATA DI CAMPIONATO
giocato ieri al campo comunale di Mamoiada,la gara del 3/12 era stata rinviata per campo impraticabile

NUORESE-FRASCATI 2-2

Nuorese: Mureddu, Brindonia, Viola, Sannia, Marongiu M., Cocco, Curreli, Marongiu Luca (26 pt. Congiu) (20 st. Mariane), Filindeu (1 st. Morra), Demurtas, Boninu A disp. Melis, Serri, Masala, Fadda.

Frascati: Fiaccola, Mezzani, Zotti, Cugini, Tibuzzi (25 st. Moccia), Benedetti, Giorni, Parroni, Macidonio (32 pt. Cabafina), Fiacchi (39 st. Paoli), Panzironi A disp. Fontana, Campos Martinez, Cuppitelli.

Reti: Boninu 29 pt, Cabafina 38 pt., Costa 41 pt., Cocco 39 st.

13° GIORNATA DI CAMPIONATO

VILLACIDRESE-NUORESE 2 - 1

Nuorese: Bove, Brindonia, Viola (42 st. Fadda), Sannia, Marongiu M., Cocco, Correli, Marongiu Luca, Boninu (35 pt. Filindeu), Demurtas, Dettori (20 st. Morra) A disp. Mureddu, Busia, Capelli, Ganga.

Villacidrese: Piras, Porcu, Dejas, Collu, Crescenzi, Pistori, Costa, Murgia, Manca (25 st. Prinzis), Mocci (35 st. Murru), Tinti A disp. Mastino, Corridori, Tuberi, Ortu.

Reti: Tinti 23 pt, Filindeu 10 st., Costa 41 st.

 

il mister Antonio Prastaro

 

CalciomercatoLa squadra
Calendariocuriosità dal calendarioArchivio campionato
StatisticheTop 11 Serie DJuniores Nazionali

 
Banner

La Nuorese è come una bella donna, più la guardi e più ti innamori!!

Tot. visite contenuti : 12074389
 266 visitatori online
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy cliccando qui!