La Storia Della Nuorese Calcio Dal 1930 Ad Oggi

Domenica, 25 Giugno 2017
Chicco Piras
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

le vignette di Mohamed


Chicco Piras
Chicco Piras per tante stagioni è stato l'indiscussa bandiera della Nuorese.

Articolo tratto da L'Ortomale giornale satirico nuorese Dicembre'87

Una volta a centro campo lui correva come un lampo or che il tempo è differente lui passeggia solamente

 

Trentasette anni? No,quasi trentotto. Al 10 gennaio manca poco. Ma se avesse quarantasette anni sarebbe lo stesso Chicco Piras detto "Chiccoricco" perchè la sua sapienza calcistica non soffre di precarietà continua ad essere l'alfiere della squadra di Calia, prendi-la-palla-e-buttala-via come fanno alcuni suoi compagni di squadra (niente nomi,per favore). Lui invece la palla non la butta:la regala al compagno meglio smarcato. E se gli capita al limite dell'area tenta sempre di fare uno scherzetto al portiere avversario.


- Come ti trovi con Magnasco? Magnasco è grande ed Io sono il suo profeta.
- Ma perchè ti fà correre? Chi Magnasco? Lascialo dire. Lui mi ordina di andare da una parte all'altra, ma io faccio finta di spostarmi. In realtà sono fermo, faccio correre gli altri. Sarebbe bella a questa età. Me lo dice sempre la mamma: Chicco, non correre troppo perchè ti fà male.
- Chi corre di più fra i tuoi compagni? Senz'altro Picconi, detto moto perpetuo. Corre sempre, quello lì. Anche quando vi sembra fermo,in realtà sta correndo come un ossesso.
- Sarà per questo che sbaglia tanti palloni? Eh, sarà. Poi c'è Sulis, abituato tra i mufloni: lui salta come se attraversasse un fiume. Io l'ho avvisato: ragazzino, guarda che devi farti furbo. Osserva me ed impara.
-Puggioni? Da quando gli ho insegnato a tirare le punizioni dal limite sta iniziando a darsi arie. Ma se mi scoccio le punizioni le tiro io.
-Quale è, oggi il tuo più grande desiderio? Che Peppino Picconi impari finalmente a dare la palla. Ma ne ho anche un altro, grande quasi quanto questo.
- Quale sarebbe? Che le donne mi lascino in pace. Io debbo giocare fino a cinquant'anni, a tutti i costi. Ho fatto una scommessa con Causio, l'altro giorno: ero a Trieste con il presidente Calia nella sede degli alabardati.
- Calia a Trieste? Sì, stava trattando gamberoni congelati e calamari di San Giusto.
- Torniamo a Causio. Lui ha un anno più di me, ma credo che smetterà molto prima. Comunque abbiamo fatto una scommessa: chi resiste di più andrà in villeggiatura con Ignazio Corrias, che è Juventino come me e come Causio.

Messalina

 
Banner

La Nuorese è come una bella donna, più la guardi e più ti innamori!!

Tot. visite contenuti : 12356902
 287 visitatori online
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy cliccando qui!