Home Notizie Nuorese: quale futuro...

La Storia Della Nuorese Calcio Dal 1930 Ad Oggi

Venerdi, 28 Luglio 2017
Nuorese: quale futuro...
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Nuorese

ci sarà un dopo-Artedino?

 

Sono passati pochi giorni dall'annuncio shock delle dimissioni del presidente Michele Artedino dal timone della grande nave verdeazzurra, atto consacrato dalla consegna delle chiavi della società di via Aosta nelle mani del Sindaco di Nuoro, Andrea Soddu.


Ora i tempi sono strettissimi, la data di scadenza per adempiere all'iscrizione al campionato si avvicina sempre di più e non è dato sapere quali saranno gli scenari futuri che ci attendono, sappiamo che il Primo cittadino nuorese ha indetto un'incontro con i maggiori operatori commerciali della città per la settimana entrante vedremo poi quali saranno gli sviluppi.


Tante sono le voci che rimbalzano in città di pseudo o fantasiose cordate disposte a rilevare la Nuorese, ma di questo non parleremo perchè è pura fantasia. Parleremo di fatti concreti: per gestire una squadra di calcio importante come la nostra amata serve un Presidente. Michele Artedino in cinque anni ha dimostrato di saper bene amministrare e ha ottenuto anche risultati di gran lunga lusinghieri e per certi versi ha fatto un miracolo in virtù della situazione iniziale in cui giaceva la Nuorese (ai limiti del fallimento) e per la crisi sociale ed economica che attanaglia la città in questo periodo storico. Ha risanato le casse societarie, in 5 anni ha riportato la squadra dalla Promozione alla ribalta nazionale riconquistando la Serie D e riuscendo a mantenere la categoria per 3 anni consecutivi lottando alla pari con le formazioni più importanti. Non è riuscito nell'intento di far ripartire il setttore giovanile per vari motivi: mancanza di strutture, promesse non mantenute delle varie istituzioni, ostracismo da parte delle varie scuole calcio ecc. Ostacoli insormortabili al momento. Molti diranno ma aveva il Quadrivio? Si, uno stadio a mezzo servizio dove a mala pena si riesce a fare la partita domenicale, dove non ci si può allenare figuriamoci fare un settore giovanile. Uno stadio che è un perenne cantiere con lavori infiniti dei quali non si sa quando si vedrà la fine. Questi e tanti altri problemi che analizzeremo possono far disinnamorare di un giocattolo bellissimo ma difficilissimo da gestire e di conseguenza causare lo sfinimento e lo scoraggiamento da parte del presidente più testardo o intraprendente.

Eppure per risolvere definitivamente il problema del calcio a Nuoro basterebbe poco: trasformare il manto erboso del Quadrivio in sintetico sarebbe la soluzione non solo per la Nuorese Calcio ma per tutto il settore giovanile nuorese.

Ricapitolando, in primis servirebbe un Presidente alla Artedino o perchè no proprio lui, con attorno un gruppo dirigenziale ampio e solido che possa dare continuità al lavoro sino a qui intrapreso.

A questi va affiancato un'ampio gruppo di collaboratori. E sopratutto basterebbe che ai piccoli sponsor storici che sempre hanno dato una mano e che sono importantissimi si affiancassero i grossi centri che sono approdati in città ai quali sicuramente non importa tanto della squadra ma hanno un dovere morale nei confronti di un territorio e una città che li ha accolti in modo positivo. Potremo fare i nomi ma tanto sono conosciuti a tutti, basterebbe poco ma che tutti facessero la loro parte.


Ultima osservazione va verso i tifosi che potrebbero dare un apporto maggiore, far sentire di più la loro vicinanza. In questi ultimi anni si è sentito un certo distacco ed è difficile capirne i motivi. Non si può neanche dire che la dirigenza Artedino non le abbia tentate tutte per riportare la gente allo stadio con varie iniziative sia economiche che sociali , purtroppo in questo senso i risultati non sono stati dei migliori se non in sporadiche occasioni.

La Nuorese non può scomparire e ci auguriamo che questo non avvenga mai, però una cosa è certa se malauguratamente questo dovesse avvenire nessuno potrà indicare un colpevole perchè i colpevoli sono tanti.

redazione nuoresecalcio.com

 
Banner

La Nuorese è come una bella donna, più la guardi e più ti innamori!!

Tot. visite contenuti : 12696855
 310 visitatori online
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy cliccando qui!