Home Squadra Stagione 2016-17 Nuorese-Muravera 0-1

La Storia Della Nuorese Calcio Dal 1930 Ad Oggi

Lunedi, 23 Ottobre 2017

Campionato di Serie D Girone G stagione 2017-2018

APRILIA

1

Prossimo incontro
22-10-2017 ore 15:00

NUORESE

0

PARTITE IN DIRETTA RISULTATI GIORNATA NOTIZIARIO | PAGINA FACEBOOK
CALENDARIO NUORESE CLASSIFICA GENERALE STATISTICHE CAMPIONATO
Nuorese-Muravera 0-1
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Nuorese-Muravera 0-1

arriva sconfitta in campionato

 


Nuorese: Frasca, Tupponi, Carta (73' Pusceddu), Scintu, Goh, Peana,Cadau, Falasca (73' Bezziccheri), Ucha Lopez, Gallo, Botti (58' De Simone). A disposizione: Pintus, Dessolis, Mendy, Masocco, Tripudio, Scognamiglio Allenatore: Marco Mariotti

Muravera: Arrus, Madeddu, Falchi, Bruno, Sogus, Chessa, Achenza (79' Farris), Onano (60' Massessi), Nurchi, Dessena, Satta. A disposizione: Chinga, Monni, Porru, Zugliani, Ilario, Cotza, Concas. Allenatore: Marco Piras

Arbitro: Pietro Esposito di Aprilia

Assistenti: Emanuele De Angelis e Francesco Pio Aucello di Roma2

Gol: 67' Nurchi (M)

Ammoniti: Pusceddu, Farris, Achenza.

Note: spettatori 500 circa , recupero 2' 1tp, 6' 2tp

Il volo può attendere. Dopo due successi consecutivi contro due squadre di livello come Albalonga ed Avezzano la Nuorese si ferma sul più bello, sconfitta dal Muravera che viola il Quadrivio con il minimo sforzo, sfruttando le carenze dei verdeazzurri, belli ma sterili per un'ora, svuotati e con poca personalità dopo il gol decisivo di Nurchi. A fine partita mister Mariotti si prende la responsabilità per la sconfitta e per le scelte fatte ma non nasconde di essere particolarmente deluso dall'atteggiamento di alcuni suoi giocatori, il riferimento ai subentrati sembra abbastanza chiaro. Il DS Gianfranco Moro predica calma sostenendo che in un campionato senza padroni e corazzate questo è solo un incidente di percorso, bisogna lavorare per correggere i difetti e ripartire. Di difetti questa Nuorese ne ha messi in evidenza due nel pomeriggio del Quadrivio: il primo è la poca efficacia sotto porta, il secondo è la grande confusione e la poca personalità quando si va sotto. C'è un dato che accomuna tutte le gare giocate dalla squadra di Mariotti in queste prime sei giornate di campionato: chi segna prima vince la partita, se i verdeazzurri passano per primi portano a casa i tre punti e senza subire gol, in caso contrario sono dolori.


La cronaca: Mariotti concede una chance da titolare a Botti, brillante e decisivo contro l'Avezzano, che affianca Ucha in avanti. Sulla trequarti c'è Gallo, Goh è il perno del centrocampo con Falasca e Cadau ai lati, la linea difensiva è quella di sempre con Tupponi, Peana, Scintu e Carta davanti a Frasca. Il Muravera gioca con il 4-4-2 con Nurchi e Dessena in avanti, in mediana dirige l'esperto Onano. La Nuorese del primo tempo è brillante e gioca a ritmi alti, per tutta la prima frazione i verdeazzurri danno l'impressione di poter far crollare il fortino del Muravera da un momento all'altro. Il primo squillo è al minuto 8, sponda di Botti per Ucha che batte al volo, il suo tiro è però troppo centrale per impensierire Arrus. Al 16' l'argentino è bravissimo a prendere il tempo al suo marcatore sul cross di Carta, il suo colpo di testa in torsione finisce a lato. Due minuti dopo altra azione elaborata dei verdeazzurri con Ucha che libera Botti che tenta la conclusione, prodigioso il salvataggio di Falchi. Al 19' bella azione di Falasca sulla sinistra, pallone al centro per Botti che perde il tempo della battuta consentendo a Madeddu di liberare. Nuorese in pressing e Muravera in affanno, intorno alla mezz'ora si mette in evidenza Gallo, prima con una penetrazione centrale bloccata dalla difesa sarrabese, poi con un tiro dalla distanza che finisce alto sopra la traversa. Al monologo infruttuoso partecipano anche Scintu, che al 35' mette fuori di testa da buona posizione sugli sviluppi di un corner, e Cadau che al 40' è protagonista di una grande azione personale conclusa con un tiro cross che non trova deviazioni amiche. L'ultima occasione è per Carta che con un tentativo di cross per poco non sorprende Arrus che deve rifugiarsi in angolo. Il primo tempo finisce qui, con la grande amarezza di non aver ipotecato una vittoria sino a quel momento meritata.


La ripresa si apre senza cambi e il tema tattico non sembra cambiato: al 4' la Nuorese è di nuovo pericolosa, Falasca pesca Cadau a centro area, il controllo del fantasista è difettoso ma Arrus non rischia la presa, ne nasce una mischia che l'arbitro risolve fischiando un fallo in attacco. I verdeazzurri però iniziano ad accusare un po' di stanchezza e i ritmi si abbassano, il Muravera ne approfitta e mette il naso fuori: al 9' azione personale di Nurchi, la sua conclusione è murata da Tupponi. Mariotti fa esordire De Simone che rileva Botti, Goh scala in difesa con Tupponi che passa in avanti a supporto di Ucha. E proprio il giovane nuorese al 12' fallisce una grande occasione sparando alto da ottima posizione su invito dell'attaccante argentino. Tre minuti dopo tripla occasione verdeazzurra: il primo tentativo di Ucha all'altezza dell'area piccola viene ribattuto, sul prosieguo dell'azione ci prova Falasca con un tiro a giro respinto da Arrus che successivamente ha un ottimo riflesso sulla rovesciata di Carta. Il gol che non arriva è un brutto segnale che da coraggio al Muravera: Nurchi al 19' fa le prove generali con un tiro da fuori area. Tre minuti dopo il numero 9 ospite si infila nelle maglie larghe della difesa della Nuorese e a tu per tu con Frasca non sbaglia, portando in vantaggio i suoi e gelando il Quadrivio. Mariotti tenta il tutto per tutto inserendo Pusceddu e Bezziccheri al posto di Carta e Falasca ma la reazione della squadra al gol subito è confusa e senza mordente, le conclusioni velleitarie di Ucha e Bezziccheri servono solo per le statistiche. In compenso il Muravera dopo aver tremato a lungo mette in campo calma, esperienza e organizzazione portando a casa un successo preziosissimo.


Una sconfitta che brucia, mal digerita dal presidente Artedino che non si presenta ai microfoni ma fa sentire tutto il suo malumore negli spogliatoi. L'unica bella notizia di oggi è che giovedì si torna in campo e la squadra ha l'occasione per un pronto riscatto.

Francesco Tuffu redazione nuoresecalcio.com



 

La Nuorese è come una bella donna, più la guardi e più ti innamori!!

Tot. visite contenuti : 13556729
 325 visitatori online
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy cliccando qui!