Home Squadra Stagione 2017-2018 Nuorese-Atletico: 0-1

La Storia Della Nuorese Calcio Dal 1930 Ad Oggi

Lunedi, 23 Ottobre 2017

Campionato di Serie D Girone G stagione 2017-2018

APRILIA

1

Prossimo incontro
22-10-2017 ore 15:00

NUORESE

0

PARTITE IN DIRETTA RISULTATI GIORNATA NOTIZIARIO | PAGINA FACEBOOK
CALENDARIO NUORESE CLASSIFICA GENERALE STATISTICHE CAMPIONATO
Nuorese-Atletico: 0-1
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Nuorese-Atletico 0-1

terza sconfitta consecutiva

 

Nuorese: Ferrara, Tupponi, Spirito, Goh (84' El Otmani), Scintu, Strumbo, Cadau, Gallo(66' Bottone), Padulano (57' Verachi), Mancosu (67' Infante), Meloni. A disposizione: Calandra, Madero, Melis, Kebbeh. Allenatore: Massimo Agovino.

Atletico: Galantini, Pompei, Formisano (57' Contucci) , Sevieri, Nanni, Rocchi, Tornatore (74' Massella), Tortolano ( 70' Ramacci), Di Emma, Rizzi (86' D'A\ndrea), Esposito. A disposizione: Mercadante, Campanella, Brogna, Bacchi. Allenatore: Raffaele Scudieri

Arbitro: Raimondo Borriello di Arezzo

Assistenti: Paolo Messaggi di Crema e Paolo Calzoni di Brescia

Gol: 47' Tortolano (A)

Ammoniti: Rocchi (A9

Note: angoli 7-4 per la Nuorese, recupero 5' st


La scossa non c'è stata. La Nuorese subisce la terza sconfitta consecutiva, ancora una volta per 1-0, per mano della capolista SFF Atletico che ha messo in campo quell'affiatamento e organizzazione che sono qualità che ancora mancano ai verdeazzurri.

La riscossa della Nuorese resta al palo delle buone intenzioni: mister Agovino lancia Padulano e Mancosu accanto a Meloni, l'intenzione è quella di fornire maggior assistenza al centrovanti, troppo isolato nelle prime uscite. A centrocampo la novità è il debutto di Spirito accanto a Goh e Gallo, quest'ultimo preferito a Bottone. Nel reparto arretrato nessuna particolare novità con Scintu che vince il ballottaggio con Madero. Gli ospiti si schierano con un 3-4-3 compatto e ordinato dove il vero punto di forza è rappresentato dagli infaticabili esterni Rizzi e Pompei che danno un valido supporto sia in fase difensiva che in avanti dove creano superiorità numerica, sovrapponendosi di continuo agli esterni d'attacco.


La cronaca è povera di spunti: ad aprire le danze al 1' è Padulano che ci prova dal limite, tiro parato. La risposta degli ospiti è affidata a Nanni che ci prova da fuori dopo una corta respinta di Cadau, conclusione sopra la traversa. Sembrano le premesse per una gara divertente, in realtà non succede più nulla o quasi: le squadre si annullano e non creano pericoli che non siano dei tiri dalla distanza (ci provano Cadau e Tortolano) senza troppe pretese. La Nuorese è imbrigliata dagli ospiti che sulle ripartenze creano qualche apprensione. Le iniziative dei verdeazzurri passano per gli spunti estemporanei di Cadau e Gallo ma l'Atletico sembra non patire troppo, anzi, il lavoro degli esterni portuensi manda all'aria le buone intenzioni di Agovino, costringendo Mancosu e Padulano ad allontanarsi progressivamente da Meloni. L'unica occasione degna di nota la Nuorese la confeziona al 42' quando Meloni innesca Mancosu, il destro del numero 10 è troppo debole e centrale per impensierire Galantini. Il primo tempo finisce 0-0 ed è un risultato che rispecchia fedelmente l'andamento della gara.


La ripresa si apre con la doccia fredda: Nanni lavora un pallone sul vertice sinistro dell'area piccola e scarica per l'accorrente Tortolano che di prima intenzione spedisce il pallone sotto l'incrocio per il vantaggio dell'Atletico. Agovino corre ai ripari inserendo Bilea e Verachi al posto di Spirito e Padulano. Il trequartista nuorese si presenta con una bella azione personale al 16', quando fa fuori due avversari con una finta e conclude dai 20 metri. Un difensore ospite respinge. La Nuorese prova a chiudere l'avversario nella sua metà campo ma mancano idee e continuità e con esse, come logica conseguenza, le occasioni. L'Atletico in questo modo ha buon gioco nel difendersi e alleggerire la pressione con qualche contropiede. Si segnalano una conclusione di Infante che non impensierisce il portiere e un colpo di testa di Strumbo, sugli sviluppi di un corner, terminato alto. Per il resto si gioca poco tra interruzioni “di esperienza” degli ospiti e i troppi cambi portati in dote da una nuova assurda regola. Il Quadrivio si infervora solo per un possibile rigore per una spinta in area ai danni del subentrato Bottone, al fischio finale invece prevale la rassegnazione per una squadra che deve ancora iniziare il suo campionato. Mister Agovino avrà la possibilità di lavorare tutta la settimana in vista del derby di S.Teodoro che è già fondamentale per classifica e morale. In mezzo la coppa Italia a Sassari contro il Latte Dolce, dove si vedrà chi ha giocato meno. Di contro gioisce il tecnico ospite Scudieri che a fine gara elenca vola basso elencando le vere favorite di questo campionato (c'è anche la Nuorese) ma è certo che tutte dovranno fare i conti con la solidità e l'entusiasmo dei suoi ragazzi.

Francesco Tuffu redazione nuoresecalcio.com
 

La Nuorese è come una bella donna, più la guardi e più ti innamori!!

Tot. visite contenuti : 13556674
 267 visitatori online
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy cliccando qui!