Home Squadra Stagione 2017-2018 Nuorese-Lupa Roma: 0-0

La Storia Della Nuorese Calcio Dal 1930 Ad Oggi

Giovedi, 23 Novembre 2017

Campionato di Serie D Girone G stagione 2017-2018

NUORESE

-

Prossimo incontro
26-11-2017 ore 14:30

BUDONI

-

PARTITE IN DIRETTA RISULTATI GIORNATA NOTIZIARIO | PAGINA FACEBOOK
CALENDARIO NUORESE CLASSIFICA GENERALE STATISTICHE CAMPIONATO
Nuorese-Lupa Roma: 0-0
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Nuorese-Lupa Roma 0-0

un pareggio come punto di ripartenza....

 

Nuorese: Calandra, Tupponi, El Otmani, Bilea (91' Gungui), Madero, Strumbo, Cadau, Gallo (86' Bottone), Padulano (46' Verachi), Konè, Meloni. A disposizione: Ferrara, Goh, Melis, Scintu, Kebbeh Allenatore: Massimo Agovino

Lupa Roma: Proietti Gaffi, Bataiotto (56' Nannini), Montesi, Catalano (57' Balzano), Piva, Pedrazzini, Sabatino, Bozzi (83' Bianchi), Prandelli (79' Santarelli), Milani (65' Tommaselli), Svideroschi.  A disposizione: Lazzari, Fabiozzi, De Angeli, Montesi  Allenatore: Francesco Sgarra

Arbitro: Emanuele Bracaccini di Macerata

Assistenti: Simone Corradini di Basso Friuli e Alessandro Marchese di Lodi

Ammoniti: Cadau (N), Bataiotto (LR)

Note: recupero 3' pt, 5' st, angoli 5-5, giornata umida con precipitazioni, terreno pesante, spettatori 500 circa

 

Ancora sotto choc per la brutta figura fatta a Lanusei nel turno infrasettimanale, la Nuorese non va oltre il pari contro la Lupa Roma che ha avuto il solo merito di opporre ordine e rigore tattico alle paure dei padroni di casa che hanno fatto pochissimo, quasi nulla, per portare a casa i tre punti. Lo 0-0 è lo specchio di una partita brutta e noiosa che ha visto la quasi totale inoperosità dei due portieri. La Nuorese ha fatto la partita ma senza nerbo e idee, è mancata persino quella sana improvvisazione che produce la singola giocata decisiva o un tiro dalla distanza che in questo tipo di partite è oro colato. Il punto di oggi muove la classifica ma non scalda il cuore del risicato pubblico del “Franco Frogheri”, scottato dalle ultime pessime prestazioni. Recuperare il feeling con la piazza è un'altra delle sfide del futuro prossimo della Nuorese. Alle porte la doppia trasferta di Monterosi e Rieti: coefficiente di difficoltà altissimo per una Nuorese che può uscire dalla crisi solo tirando fuori orgoglio, determinazione e quello spirito di gruppo che al momento sembra non esserci. Dicembre si avvicina con le sue valutazioni che coinvolgeranno tutti: questa squadra non vale così poco ma deve dimostrarlo sul campo, dove contano tanto le qualità tecniche quanto quelle umane.


La cronaca della gara è piuttosto scarna: Agovino recupera Cadau e sceglie Calandra tra i pali, solita linea difensiva con Tupponi, Madero Strumbo ed El Otmani, a centrocampo Gallo è chiamato a dettare i tempi con Cadau e il giovane Bilea, in avanti il tecnico campano deve fare a meno di Mancosu, a supporto di Meloni giocano Padulano e Koné. La Lupa risponde con un ordinato 4-4-2 con Catalano e Piva a fare da barriera davanti alla difesa, in avanti c'è l'ex S.Teodoro Prandelli.

La prima occasione è per la Nuorese al 7': sugli sviluppi di un corner, sponda di Strumbo e colpo di testa centrale di Madero, Proietti blocca. Bisogna aspettare ben 20 minuti per vedere un'azione degna di nota: Meloni libera Cadau che ci prova da fuori, la conclusione del capitano esce di non molto. 10 minuti dopo il centravanti, dato lo scarso movimento dei suoi, si mette in proprio e ci prova dalla distanza, tiro deviato che non impensierisce l'estremo difensore ospite. Al 39' Koné imbecca Cadau, il capitano salta un uomo e conclude da posizione defilata trovando l'opposizione di un difensore ospite. È l'ultima azione di un primo tempo poco più che soporifero con la Nuorese che prova a fare la partita senza creare affanni agli ospiti.


La ripresa si apre con Verachi al posto di Padulano, la Nuorese prova ad alzare la pressione e Koné diventa l'ispiratore di due potenziali pericoli: al 10' l'ivoriano mette al centro un cross velenoso su cui Meloni è in leggero ritardo. Stesso copione al 15' stavolta oltre al centravanti, anche Bilea non ci arriva per un soffio. Koné ci prova al 19' su invito di Meloni, la palla finisce abbondantemente fuori. La Lupa si vede al 25' con un tiro cross del neoentrato Tomaselli che impegna Calandra in un difficile intervento. La Nuorese si rivede al 35' con un tiro abbondantemente fuori di Cadau. Nel recupero interessante incursione centrale di Koné che non riesce a trovare spazio per il tiro, il suo tentativo di allargare per l'accorrente Gungui è troppo lungo. Finisce così a reti inviolate con il pubblico che lascia il Quadrivio rassegnato.

Francesco Tuffu redazione nuoresecalcio.com

 

La Nuorese è come una bella donna, più la guardi e più ti innamori!!

Tot. visite contenuti : 13817296
 114 visitatori online
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy cliccando qui!