Home Squadra Stagione 2017-2018 Lattedolce-Nuorese: 1-0

La Storia Della Nuorese Calcio Dal 1930 Ad Oggi

Giovedi, 19 Luglio 2018
Lattedolce-Nuorese: 1-0
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Lattedolce-Nuorese 1-0

 

Sassari calcio Latte Dolce: Garau, Fideli (41' st Daleno), Ruiu (1' st Daga), Cabeccia, Bianchi, Patacchiola, Demartis (31' st Masala), Serra, Marcangeli, Usai (41' st Scognamillo), Palmas. A disposizione: Carta, Congiu, Sanna, Ravot, Contu. Allenatore Paba

Nuorese: Carboni, Tupponi, El Otmani (34' st Argiolas), Goh (19' st Infante), Guarino, Strumbo, Gungui (45' Lai) , Gallo, Cisse (19' st Verachi), Mira, Kone. A disposizione: Ferrara, Lazazzera, Rosano, Catte, De Martino. Allenatore Fraschetti

Arbitro: Picchi di Lucca 
Assistenti: Pilleri di Cagliari e Pinna di Oristano

Reti: 14' st Usai (rig.)

Ammoniti: Serra. Bianchi (SL), El Otmani, Konè (N)

Espulsi: Bianchi per doppia ammonizione al 72'

Note: recupero 1' pt 5' st.


 

 


 

Non vince dal 15 ottobre, ma sul campo del "Vanni Sanna" la Nuorese ci ha provato.

Sulla sua strada però ha trovato un Garau in gran spolvero (tre parate decisive) e soprattutto ha omaggiato un Latte Dolce opaco con il rigore provocato da Gungui al 60', quando il giocatore, caduto per terra in area e convinto che ci fosse fallo, ha toccato la palla con la mano.


E Usai ha trasformato il penalty, vendicando così l'uno a zero dell'andata. Nel primo tempo è stata più pericolosa la Nuorese che costruisce di più e va vicina al gol nel finale con uno stop, giro e tiro di Goh alzato da Garau sopra la traversa (31') e con il connazionale ivoriano Konè che al 39' riceve nell'area piccola e tira, ma trova la respinta col piede del portiere di casa. E il Latte Dolce? Una sola azione vera, che però produce tre tiri al 19': prima il pallonetto di Palmas da 40 metri col portiere fuori dai pali che mette in corner, sulla battuta incorna Bianchi schiacciando a terra e sulla ribattuta della difesa dal limite Usai calcia forte ma non trova lo specchio. Nel secondo tempo il rigore cambia tutto. Il Latte Dolce resta però in dieci per il secondo cartellino comminato a Bianchi (fallo dubbio) e cerca il pareggio. Potrebbe trovarlo nel recupero con la cannonata di Verachi, ma ancora Garau vola e respinge.

Giampiero Marras da L'Unione Sarda


 

La gara. Esordio di Patacchiola in difesa tra le fila dei sassaresi, l'ex Chieti torna in biancoceleste dopo la bella parentesi dello scorso campionato da dicembre in poi. Nella retroguardia guidata dal portiere Garau anche Bianchi (entrambi ex verdazzurri in stagioni diverse) e Cabeccia con esterni Fideli e Ruiu, a centrocampo ci sono Demartis con Serra e Marcangeli, in attacco Usai e Palmas. Anche la Nuorese fa esordire in attacco l'ultimo arrivato Cissè con Konè e l'aiuto di Gallo, a centrocampo ci sono Goh con Mira e Gungui, in difesa Tupponi, Guarino, Strumbo ed El Otmani davanti a Werther Carboni, cresciuto nel Latte Dolce prima dell'approdo nelle giovanili del Cagliari.


Nel primo tempo sono i padroni di casa a rendersi per primi pericolosi al 10' con la punizione di Demartis deviata in angolo (sugli sviluppi del quale Patacchiola di testa manda fuori) e al 18' con la conclusione da fuori area di Palmas ben sventata in angolo da Carboni. I barbaricini si fanno vedere con i tentativi fuori misura di Gallo (21') e Goh (25'). Alla mezz'ora c'è il bell'intervento di Garau che solleva sopra la traversa il tiro ben indirizzato da parte di Goh. I verdazzurri di Fraschetti insistono e vanno ancora vicini al gol al 38' con Konè sul cui tiro si oppone Garau col piede. Si va al riposo col punteggio inchiodato sullo 0-0.

Ad inizio ripresa ci prova subito Usai al 1' con un tiro impreciso da fuori area. Mister Paba riparte con Daga al posto di Ruiu. La gara si sblocca al 14' con il rigore trasformato da Usai e accordato dall'arbitro Picchi dopo che Gungui aveva toccato la palla di mano convinto che, nel cadere a terra, il direttore di gara stesse fischiando un fallo a suo favore. L'attaccante calcia di piatto destro angolato, Carboni intuisce la traiettoria tuffandosi alla sua sinistra ma non ci arriva.

Il tecnico Fraschetti cambia in attacco mandando in campo al 19' Verachi al posto di Cissè (che non giocava una gara da titolare da diversi mesi) e Infante per Goh. Subito Verachi in evidenza con un tiro da fuori poi imitato da Palmas. La gara dei sassaresi si complica al 27' quando Bianchi riceve la seconda ammonizione e deve lasciare anzitempo la contesa. Paba corre ai ripari facendo entrare al 31' il mediano Masala per Demartis e subito l'ex Rieti si mette in evidenza sfiorando il raddoppio esaltando le doti di Carboni. Fraschetti cerca una spinta maggiore con l'inserimento al 34' di Argiolas, ex Ferrini Cagliari, al posto di El Otmani tra l'altro unico ammonito tra i verdazzurri prima di essere raggiunto in lista anche da Konè. Fideli si fa notare con una pericolosa sventola da fuori area prima di lasciare il campo. Infatti, il tecnico dei sassaresi vuole congelare il prezioso risultato e al 41' manda in campo Daleno e Scognamillo per Usai e Fideli in modo da aver una difesa più esperta con l'esordio dell'ex Tortolì e mantenere una certa verve in attacco con il combattente classe '98. La Nuorese prova ad evitare la sconfitta ma Garau al 46' neutralizza il tiro di Verachi. Nel lungo recupero (5') non accade altro, il Latte Dolce fa un balzo in avanti verso il centro della classifica, i barbaricini restano al palo con la seconda sconfitta di fila (e di misura) per mister Fraschetti e la classifica si fa sempre più preoccupante.


estratto da diariosportivo.it


 


Mr. Fraschetti : "Abbiamo molto da recriminare a noi stessi. L’errore del rigore ha cambiato volto alla gara. Senza questo la gara avrebbe potuto avere un andamento e un risultato differente. Dobbiamo essere più bravi per invertire la tendenza il prima possibile. Non possiamo perdere partite come quella di questo pomeriggio. Eravamo consapevoli che il lavoro da fare fosse parecchio, che la strada fosse irta. Perciò dobbiamo essere più cattivi. Da quando sono arrivato la squadra non è più la stessa, l'ultimo è stato per Cissè. Alcuni devo entrare in condizione, un paio di 99 che non son potuti scendere in campo per questioni burocratiche. Setacciamo il mercato alla ricerca di attaccanti. Guardiamo all'effetto, non alla sostanza. Ribadisco che la stagione è particolare. Dobbiamo essere capaci di invertire la tendenza negativa. Per il resto: non posso essere io a mettere un argine a questione che esulano da me, posso dire di essere stato felice quando ho sentito cori di incoraggiamento dei tifosi nuoresi per i ragazzi in tutto l'arco della partita. Hanno tutta la mia solidarietà per spendere tempo e danaro nella loro grande passione che noi rappresentiamo in campo. La gara, comunque, mi soddisfa perché sotto l'aspetto tattico e mentale la squadra è stato in campo nella maniera giusta. Tante occasione non concretizzate stanno a significare che possiamo fare meglio.

 


 

La Nuorese è come una bella donna, più la guardi e più ti innamori!!

Tot. visite contenuti : 15938694
 140 visitatori online
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy cliccando qui!