Home Squadra Stagione 2017-2018 Latina-Nuorese: 1-0

La Storia Della Nuorese Calcio Dal 1930 Ad Oggi

Sabato, 26 Maggio 2018
Latina-Nuorese: 1-0
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Latina-Nuorese 1-0

sconfitta di misura e qualche rammarico

Latina: Bortolameotti; Milizia (35'st Porfiri), Lagnena, Cossentino, Rizzo (11'st Atiagli); Cittadino (40'st Barberini), Olivera, Alario (31'st Bardini); Tribuzzi, Iadaresta, Palazzo (22'st Pagliaroli). A disposizione.: Maltempi, Catinali, Natale, Scibilia. Allenatore.: Carlo Pascucci

Nuorese : Carboni;  Guarino, Strumbo, Lazazzera (46'st El Otmani); Tupponi, Rosano, Goh (46'st Bengala), Gallo, Sana (31'st Bilea); Compagno, Cisse (23'st Palma). A disposizione.: Ferrara, Argiolas, Tobaldo. Allenatore. Fabio Fraschetti

Arbitro: Roberto Lovison di Padova
Assistenti: Simone Conte di Napoli - Ferdinando Pizzoni di Frattamaggiore

Gol: 71' Iadaresta (L)

Ammoniti: Tupponi,Guarino.(N) Milizia (L)

Note  Angoli: 1-3. Fuorigioco: 3-1. Recupero: 4'pt, 5'st


 


Per l’ultima sfida in casa del Latina Calcio, nello Stadio Francioni, arriva la Nuorese Calcio. Entrambe le formazioni in cerca dei tre punti, la Nuorese per tenere saldo il piazzamento nei play out, mentre il Latina Calcio per  ottenere la certezza matematica per giocare i play off. Il Latina Calcio viene dalla brutta sconfitta contro il Trastevere, che si è portato a casa il quarto posto, mandando i nerazzurri al quinto, ancora in cerca della qualificazione.

Alle ore 15 il calcio d’inizio al Francioni, dove la Nuorese è subito pericolosa con un cross basso, ma la difesa nerazzurra dice di no alla formazione avversaria. Il Latina adesso prova a fare la partita, davanti ai suoi tifosi e al suo pubblico, per l’ultima sfida del campionato. La formazione casalinga va vicino al goal con Cittadino, ma la traversa blocca il vantaggio nerazzurro. Il risultato allora rimane invariato, nonostante il gran possesso palla dei casalinghi, sfortunati in alcune occasioni. Altra occasione importante arriva con Tribuzzi, servito dal capitano nerazzurro, che non batte a porta vuota ma la controlla e poi la spara addosso al portiere avversario. La Nuorese si fa vedere negli ultimi minuti, sfiorando anche il goal. Il colpo di testa dell’attaccante sardo, Compagno, va in porta ma i nerazzurri  vengono savati  da Cittadino, che respinge la palla sulla linea.  I verdazzurri protestano per l’eventuale goal che, secondo loro, ha oltrepassato la linea. L’arbitro dice di no, e dopo 4 minuti di recupero, finisce in parità allo Stadio Francioni: 0-0 e le squadre si fermano per l’intervallo.


Al rientro in campo sono ancora i nerazzurri a cercare il vantaggio, ma Olivera, completamente libero sul secondo palo, non trova neanche la porta. Carlo Pascucci allora opta per il primo cambio: dentro Atiagli per Rizzo. Il risultato è ancora in completa parità, e mister Pascucci punta su Pagliaroli per Palazzo. E’ il bomber del Latina e del campionato, Iadaresta, a mandare il Latina finalmente in vantaggio. Pagliaroli, il neo entrato, sponda per Iadaresta che abbatte il portiere avversario. 1-0 per il Latina Calcio al minuto 70. Ancora due cambi per la formazione di casa: Alario lascia il posto a Bardini e Milizia a Porfiri. Anocra una traversa nerazzurra, Cittadino mette in mezzo un cross che però non viene inforcato da nessuno. La palla tocca la traversa e viene allontanata poi dai verdazzurri. Bortolameotti salva all’ultimo il risultato, salvando la palla diretta all’angolo basso della porta. Ultimo cambio per il Latina, Barberini sostituisce Cittadino. Dopo i 5 minuti di recupero concessi dall’arbitro, la sfida finisce 1-0 per il Latina Calcio, che porta a casa una vittoria importante che vale l’accesso ai play off.

Giada Subiaco da Latinaquotidiano.it


Sala Stampa

La conferenza stampa del tecnico della Nuorese, Fabio Fraschetti, al termine della gara contro il Latina, raccolta da Tuttolatina.com .


Ritmo non eccelso, equilibrio spezzato da un gol. Questa è la chiave di lettura?
Credo di no, abbiamo fatto meglio del Latina soprattutto nel primo tempo. Quando il pallone va oltre la linea di porta di mezzo metro, come mi hanno riferito i giocatori, ma né arbitro né assistente si prendono la responsabilità di asssegnare il gol ti girano le scatole. Cisse è stato tirato giù al momento del tiro, finisce il primo tempo con la maglia a brandelli e l'arbitro ci chiede scusa ma serve a poco. Dispiace, abbiamo fatto una buona partita, abbiamo giocato alla pari. Meritavamo di passare in vantaggio, magari avremmo perso lo stesso però la sensazione è che ci è stato tolto qualcosa che ci apparteneva. Siamo stati ingenui a prendere gol su un angolo per noi, era già successo prima. Gli abbiamo concesso troppa libertà e ad uno come Iadaresta non si può. Nella ripresa il caldo si è fatto sentire, noi non avevamo molti cambi a disposizione perché avevamo molti assenti e i ritmi sono calati. Sicuramente abbiamo subito un paio di situazioni su palla inattiva ma altrettante ne abbiamo costruite noi. Dispiace per i ragazzi che si sobbarcano viaggi lunghi e dispendiosi anche a livello economico per seguirci qui. Le aspettative iniziali erano diverse, la classifica non è consona ma come squadra ci siamo e la condizione c'è. Faremo i playout, con l'handicap di giocare fuori casa ma vogliamo tirarci fuori da questa situazione.

La sconfitta del Tortolì vi consegna i playout.
Sinceramente non ho mai avuto l'impressione che ci potessero riprendere. Il Cassino sicuramente non sarebbe stato molto motivato nell'ultima partita, anche se avevamo l'ambizione di vincere questa e sperare di scavalcare il Lanusei che ha perso contro la Flaminia.

Sul piano tattico mancava un trequartista
Abbiamo giocato anche col 4-3-3 e col 4-4-2, oggi abbiamo usato Lazazzera per mettere la difesa a 3 e scegliere due "vecchi" davanti cosa che spesso non succede. Domenica scorsa abbiamo giocato col rombo ma era più una necessità.

Giocherete il playout col doppio handicap perché oltre a
Togliendo la scampagnata contro l'SFF Atletico, dove abbiamo perso 7-0 come mai era capitato nella mia lunga carriera da allenatore e a cui oggi non so dare spiegazioni, nelle altre 15 partite abbiamo fatto solo 15 gol ma abbiamo subito solo 12 gol. Questa è una squadra che ha grande equilibrio, fa fatica a segnare fuori casa però riesce ad avere grande compattezza a livello difensivo. Il Lanusei in casa vince quasi sempre, gioca sul sintetico ed è una squadra tecnica e agile. Noi ci arriviamo in buone condizioni fisiche. Nessuno dei ragazzi ha accusato crampi nonostante il grande caldo e in questa fase della stagione la condizione conta quasi più di quella mentale. Dispiace per la gara di oggi ma, al di là dei non esaltanti risultati in trasferta, siamo sempre stati dentro le partite come ad Albano, dove non ci è stato dato un rigore solare. Non sarà facile, è una corsa contro il tempo, abbiamo rimesso in sesto una squadra completamente nuova e contro le difficoltà psicologiche perché ogni nostra partita è uno spareggio. Sono fiducioso perché la squadra lotta e se la gioca con tutti, gli episodi spesso fanno la differenza e oggi non sono stati dalla nostra.

Matteo Ferri da tuttolatina.com

 

La Nuorese è come una bella donna, più la guardi e più ti innamori!!

Tot. visite contenuti : 15631680
 195 visitatori online
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy cliccando qui!